Accesso Artisti

Home Statuto
Statuto

“Statuto” facente parte dell’atto costitutivo dell’Associazione N.101559/257O2 di rep: del dr. F.Treccani Notaio e registrato a Brescia il 6/4/2001

STATUTO

ART.1
E’ costituita l’Associazione denominata : “ARTE IN CORSO”
ART. 2
L’Associazione è apolitica, non ha alcuna finalita' di lucro e non aderisce a partiti politici.
L’Associazione ha esclusivamente scopi culturali, in particolare: divulgare la cultura artistica fra i giovani e fra tutti gli associati, organizzare liberi corsi di pittura, scultura, aperti a tutti, sostenuti dal volontariato, organizzare visite a pinacoteche, musei, mostre, organizzare mostre d’arte di artisti al fine della crescita culturale del paese ; organizzare gare di pittura anche estemporanee, intraprendere qualsiasi iniziativa valida quale contributo culturale o di tuttela artistica e ambientale.
Viene esclusa ogni attività con fini di lucro; pertanto l’associazione può finanziarsi solo con contributi liberali di Enti Pubblici o di enti culturali o concontributi volontari dei cittadini e degli stessi associati.
ART. 3
"OMISSIS"
ART. 4
Le entrate sono costituite da:
a) quote versate dai soci;
b) quote di iscrizione e partecipazione alle attività ed alle iniziative della
Associazione;
c) contributi da parte di persone fisiche e giuridiche;
d) eventuali erogazioni liberali di Enti Pubblici o di qualiasi altro genere nazionali, internazionali ed esteri;
e) eventuali fondi di riserva costituiti da eccedenza di bilancio;
f) interessi di entrate derivanti dai valori appartenenti all’Associazione;
g) beni mobili ed immobili ed attrezzature.
ART. 5
L’Associazione ha durata illimitata a decorrere dalla sua costituzione.
L’esercizio sociale avrà termine il 31 dicembre di ogni anno.
Entro 4 mesi dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto ed approvato dal ConsiglioDirettivo il rendiconto econimico e finanziario.
L’eventuale scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea dei soci la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio in modo consono alle finalità del presente statuto e nel rispetto della normativa vigente.
ART. 6
E’ fatto divieto all’Associazione di distribuire ai soci, anche in modo indiretto,
utili o avanzi di gestione nonchè fondi, riserve o capitale durante la vita della
Associazione medesima, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.
ART. 7
Gli Organi dell’Associazione sono:
1) l’Assemblea degli associati;
2) il Consiglio Direttivo con funzioni deliberative;
3) il Presidente.
ART. 8
Possono far parte dell’Associazione le persone giuridiche e le persone fisiche
di ambo i sessi che per il loro oggetto sociale o per la loro attività di lavoro o di studio e purchè in possesso di idonei requisiti morali e sociali siano interessate all’attività dell’Associazione medesima e che facciano domanda di adesione secondo le modalità prescritte dal Consiglio Direttivo, che stabilisce, con giudizio insindacabile, se accettare o respingere la domanda.
Coloro che non abbiano raggiunto la maggiore età dovranno presentare domanda firmata dai genitori o di chi ne fa le veci.
I soci si distinguono nelle seguenti categorie:
a) Soci effettivi
b) Soci ordinari
c) Soci onorari
Il Consiglio può nominare soci onorari scelti tra personalità che abbiano largamente contribuito allo sviluppo ed alla diffusione delle finalità statutarie.
ART. 9
Sono soci effettivi le persone fisiche o giuridiche che sono intervenute all’atto
di costituzione dell’Associazione.
La qualifica di socio effettivo viene deliberata all’unanimità dal Consiglio Direttivo e può essere attribuita inoltre a soci ordinari
ART. 10
Sono soci ordinari le persone fisiche o giuridiche la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Consiglio Direttivo e che verseranno la quota di ammissione e la quota annuale stabilite dal Consiglio Direttivo.
ART. 11
Il richiedente con la domanda di ammissione, s’impegna ad osservare il presente Statuto, l’eventuale regolamento interno, le disposizioni del Consiglio
Direttivo.
ART. 12
I soci hanno diritto a partecipare alla vita associativa attraverso l’esercizio del diritto di voto in assemblea, per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi. Hanno inoltre diritto di partecipare alle manifestazioni promosse dall’Associazione e di frequentare i locali e gli impianti dell’Associazione medesima.
ART. 13
“OMISSIS”
ART. 14
La qualifica di socio si perde inoltre in caso di mancato pagamento delle quote sociali, entro il termine perentorio stabilito annualmente del Consiglio Direttivo.
La qualifica si perde altresì per radiazione che può essere deliberata dall’assemblea nei confronti del socio che si renda responsabile di ripetute violazioni delle norme dello statuto (o da questo richiamate) nonchè da quanto disposto dal Consiglio Direttivo per il corretto raggiungimento degli scopi sociali.
ART. 15
L’assemblea è ordinaria e straordinaria.
Hanno diritto a partecipare tutti i soci che rispondono ai requisiti di cui all’art. 8 del presente Statuto, la cui domanda di adesione sia stata accettata dal Consiglio Direttivo da almeno tre nesi ed in regola con il pagamento della quota annuale.
Hanno diritto al voto i soci maggiorenni. Il diritto di voto dei minorenni è esercitato per mezzo dei genitori o di chi ne fa le veci, ove questi ne sia socio.
Sono ammesse deleghe di voto ai soci che non siano consiglieri in carica.
Ciascun socio può farsi rappresentare da un altro socio mediante delega scritta, tali deleghe non possono in ogni caso eccedere il numero di cinque per ogni iscritto.
ART. 16
L’Assemblea si riunusce almeno una volta l’anno, al termine di ciascun esercizio solare, su convocazione del Consiglio Direttivo a mezzo lettera A.R. oppure
tramite affissione presso la sede sociale, deve indicare oltre alla data , il luogo, l’ora e l’ordine del giorno dell’assemblea.
ART. 17
L’assemblea in seduta ordinaria delibera:
a) sulla relazione annuale del Consiglio Direttivo.
b) sul rendiconto economico e finanziario dell’Associazione;
c) sulla nomina e sulla proposta di scioglimento del Consiglio Direttivo.
L’Assemblea generale dei soci viene convocata, sempre nel rispetto delle formalità di cui sopra, ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno, o ne faccia richiesta un terzo dei soci.
ART, 18
L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in mancanza dal Vice Presidente, in mancanza di entrambi l’assemblea nomina il proprio Presidente.
Il Presidente dell’assemblea nomina il Segretario e , se opportuno, due scrutatori.
Il Presidente dell’assemblea è tenuto a constatare la regolarità delle deleghe e il diritto di intervento e di voto in Assemblea.
Delle riunioni di Assemblea si redige verbale firmato dal Presidente, dal Segretario ed eventualmente dagli scrutatori.
Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con le maggioranze previste dall’art. 21 del Codice Civile tranne che per le modifiche dell’atto costitutivo e del presente Statuto per i quali occorre la maggioranza qualificata di 3/5 dei Soci.
ART. 19
Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea Generale dei soci. E’ composto da un minimo di quattro ad un massimo di sette componenti e dura in carica
tre anni. Tutti i membri del Consiglio possono essere rieletti e possono essere scelti anche tra i non associati.
Il Consiglio Direttivo nomina al suo interno il Presidente, un Vice Presidente,
un Segretario con specifiche deleghe da parte del Presidente, Commissioni e
Gruppi di lavoro e relativi responsabili, nonchè un tesoriere responsabile della
gestione delle somme di pertinenza dell’associazione da lui riscosse o affidategli. nell’ipotesi di dimissioni o di decesso di un Consigliere, il Consiglio alla prima riunione utile provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima Assemblea
I Consiglieri svolgonoi l’attività a titolo gratuito.
ART. 2O
Il Consiglio Direttivo è responsabile verso l’Assemblea dei soci dell’Associazione. Si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che sia fatta richiesta da almeno due consiglieri per discutere o deliberare su tutte le questioni connesse all’attività socciale, amministrativa
dell’Asasociazione e su quant’altro stabilito per Statuto.
Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza della maggioranza dei
componenti il Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in mancanza dal Vice Presidente, in
assenza di entrambi il Consiglio nomina il Presidente. Delle riunioni del Consiglio deve essere redatto verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.
ART. 21
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione nei confronti dei
terzi. Egli potrà quindi validamente rappresentare in tutti gli atti, contratti,
giudizi, nonchè in tutti i rapporti con Enti, Istituti Pubblici e Privati.
Tutti gli atti compiuti dal Presidente dell’Associazione dovranno essere preventivamente autorizzati e successivamente ratificati dal Consiglio Direttivo. Per i pagamentI il Presidente è coadiuvato dal tesoriere.
Le funzionei del Presidente , in caso di sua assenza, sono svolte dal Vice Presidente
ART. 22
Lo scioglimento dell’Associazione, per qualsiasi causa, è deliberato dalla
Assemblea Generale dei Soci.
Il patrimonio sociale dell’Assemblea disponibile al momento dello scioglimento
dovrà essere devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o a fini di
pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
ART. 23
Tutte le controversie sociali tra soci e tra questi e l’Associazione o i suoi organi saranno sottoposte alla competenza di un Collegio di tre Probiviri da nominarsi dall’Assemblea. Il loro lodo sarà inappellabile.
ART. 24
Per tutto quanto non specificatamente previsto dal presente statuto, valgono le norme e le disposizioni in materia dettate dal Codice Civile.
 

Sondaggi

Come ci hai conosciuto?
 

Artisti On-line

No

Link

Link consigliati: